L’addolcitore d’acqua per eliminare il calcare

addolcitori d'acqua

Installato in moltissime case ma forse non sai i suoi segreti, come funziona?

L’addolcitore d’acqua serve solo per l’acqua sanitaria (O negli impianti dove c’è un flusso di acqua “nuova” che arriva e viene riscaldata.)

Solo l’acqua arriva “fresca” e viene riscaldata può dare incrostazioni di calcare.

Il procedimento per eliminare il calcare si chiama “addolcimento” ma l’acqua non diventa più dolce semplicemente si carica di sodio al posto del calcio.

Un addolcitore d’acqua domestico o industriale elimina il calcare ma ha alcuni effetti collaterali…

Segreti dell’addolcitore d’acqua:

  • L’addolcitore toglie il calcio dall’acqua e lo sostituisce con sodio (che non fa bene);
  • Se l’acqua è molto dura il carico di sodio può superare i valori di potabilità consigliati;
  • Necessita di costante aggiunta di sale – se lo dimentichi si rovina e ti riempi di batteri e alghe;
  • Consuma molta acqua per rigenerare e lavare le resine sintetiche al suo interno;
  • L’addolcitore scarica sostanze chimiche e acqua ricca di sodio nell’ambiente;
  • Richiede continua manutenzione e ha alti costi di gestione;

Da qualche anno alcune ditte producono addolcitori cosiddetti ecologici che consumano meno acqua, inquinano meno e sono più piccoli, ma il principio di funzionamento è sempre quello.

L’ ADDOLCITORE SCAMBIA IL CALCIO NELL’ACQUA CON SODIO

2018-03-30T17:02:15+00:00